17 mag. ’21

+ Dal Vangelo secondo Giovanni (16,29-33)

In quel tempo, dissero i discepoli a Gesù: «Ecco, ora parli apertamente e non più in modo velato. Ora sappiamo che tu sai tutto e non hai bisogno che alcuno t’interroghi. Per questo crediamo che sei uscito da Dio». Rispose loro Gesù: «Adesso credete? Ecco, viene l’ora, anzi è già venuta, in cui vi disperderete ciascuno per conto suo e mi lascerete solo; ma io non sono solo, perché il Padre è con me. Vi ho detto questo perché abbiate pace in me. Nel mondo avete tribolazioni, ma abbiate coraggio: io ho vinto il mondo!».

Beata ingenuità e patetica presunzione: i discepoli pensano di aver ormai compreso e che dunque tutto sia chiaro … ma Gesù non si lascia “ingannare”! A Lui, sì, è tutto chiaro, conosce bene il cuore umano: di lì a poco, coloro che ritenevano di aver compreso – e dunque di poter “padroneggiare” ogni situazione –, si disperderanno quali piume al vento (terribilmente tempestoso)! E dovranno, potranno rialzarsi solo grazie alla forza dello Spirito (Vento soave e gagliardo). Gesù, rimasto solo, ma sempre unito al Padre, Gli offrirà pienamente ogni cosa. Giovanni e Maria e alcune donne saranno comunque al Suo fianco, esempio che è possibile!

Lascia un tuo commento

    accettazione privacy

    Nostri periodici

    Per la preghiera, per la formazione spirituale e per l’Apostolato

    Libreria ONLINE AdP

    Per la preghiera, per la formazione spirituale e per l’Apostolato