21 giu. ’21

+ Dal Vangelo secondo Matteo (7,1-5)

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Non giudicate, per non essere giudicati; perché con il giudizio con il quale giudicate sarete giudicati voi e con la misura con la quale misurate sarà misurato a voi. Perché guardi la pagliuzza che è nell’occhio del tuo fratello, e non ti accorgi della trave che è nel tuo occhio? O come dirai al tuo fratello: “Lascia che tolga la pagliuzza dal tuo occhio”, mentre nel tuo occhio c’è la trave? Ipocrita! Togli prima la trave dal tuo occhio e allora ci vedrai bene per togliere la pagliuzza dall’occhio del tuo fratello».

Ci sono diversi tipi di giustizia. Certamente la prima distinzione, fondamentale, è tra Giustizia divina e giustizia umana … all’interno di quest’ultima si possono ravvisare varie tendenze, tradizioni, consuetudini, sfumature. “La Legge è uguale per tutti”, almeno in Italia, è un bel proclama, ma nei fatti? Dimensione “verticale” e “orizzontale” si intrecciano e siamo invitati a coerenza. È necessaria la conversione del cuore, il passare ad altri piani, rispetto a quelli del vivere (semplicemente) umano. Siamo esseri umani, inevitabilmente… ma (anche) discepoli del Maestro, particolare non indifferente!

Lascia un tuo commento

    accettazione privacy

    Nostri periodici

    Per la preghiera, per la formazione spirituale e per l’Apostolato

    Libreria ONLINE AdP

    Per la preghiera, per la formazione spirituale e per l’Apostolato