5 gen. ’21

+ Dal Vangelo secondo Giovanni (1,43-51)

In quel tempo, Gesù volle partire per la Galilea; trovò Filippo e gli disse: «Seguimi!». Filippo era di Betsàida, la città di Andrea e di Pietro. Filippo trovò Natanaèle e gli disse: «Abbiamo trovato colui del quale hanno scritto Mosè, nella Legge, e i Profeti: Gesù, il figlio di Giuseppe, di Nàzaret». Natanaèle gli disse: «Da Nàzaret può venire qualcosa di buono?». Filippo gli rispose: «Vieni e vedi». Gesù intanto, visto Natanaèle che gli veniva incontro, disse di lui: «Ecco davvero un Israelita in cui non c’è falsità». Natanaèle gli domandò: «Come mi conosci?». Gli rispose Gesù: «Prima che Filippo ti chiamasse, io ti ho visto quando eri sotto l’albero di fichi». Gli replicò Natanaèle: «Rabbì, tu sei il Figlio di Dio, tu sei il re d’Israele!». Gli rispose Gesù: «Perché ti ho detto che ti avevo visto sotto l’albero di fichi, tu credi? Vedrai cose più grandi di queste!». Poi gli disse: «In verità, in verità io vi dico: vedrete il cielo aperto e gli angeli di Dio salire e scendere sopra il Figlio dell’uomo».

Natanaele, uomo libero e sincero. Gesù, Uomo libero e vero! Un incontro all’insegna della trasparenza, della franchezza, della parresia, della Verità. In realtà Natanaele è (ancora) legato a schemi, a considerazioni umane … ma questo non impedisce a Gesù di farlo crescere, di accompagnarlo più oltre, più in Alto. Gesù è ben lungi dall’essere permaloso, dal legarsela al dito, dal “vendicarsi”, perché il Suo valore prescinde dal riconoscimento altrui, dai consensi, dagli applausi: le Sue origini umili rimandano al Mistero di Dio, alla logica dell’Incarnazione, alle vie di Dio che non sono le nostre.

Lascia un tuo commento

    accettazione privacy

    Nostri sussidi novità

    Per la preghiera, per la formazione spirituale e per l’Apostolato

    Libreria ONLINE AdP

    Per la preghiera, per la formazione spirituale e per l’Apostolato