8 lug. ’21

+ Dal Vangelo secondo Matteo (10,1-7)

In quel tempo, disse Gesù ai suoi apostoli: «Strada facendo, predicate, dicendo che il regno dei cieli è vicino. Guarite gli infermi, risuscitate i morti, purificate i lebbrosi, scacciate i demòni. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date. Non procuratevi oro né argento né denaro nelle vostre cinture, né sacca da viaggio, né due tuniche, né sandali, né bastone, perché chi lavora ha diritto al suo nutrimento. In qualunque città o villaggio entriate, domandate chi là sia degno e rimanetevi finché non sarete partiti. Entrando nella casa, rivolgetele il saluto. Se quella casa ne è degna, la vostra pace scenda su di essa; ma se non ne è degna, la vostra pace ritorni a voi. Se qualcuno poi non vi accoglie e non dà ascolto alle vostre parole, uscite da quella casa o da quella città e scuotete la polvere dei vostri piedi. In verità io vi dico: nel giorno del giudizio la terra di Sòdoma e Gomorra sarà trattata meno duramente di quella città».

Lasciare, abbandonare, per seguire. Perdere per trovare, fidandosi e affidandosi. Scelte di vita, guidate dalla Grazia di Dio, nell’imprescindibile Mistero di umana libertà. Generosità e fiducia dell’uomo nei confronti di Dio. E parimenti – anzi molto, molto di più – generosità e fiducia di Dio nei confronti dell’uomo. Una sproporzione di reciprocità! Ricompensa su questa terra e in Cielo. Centuplo quaggiù e Infinito lassù. Entro questi “estremi” si muove la nostra risposta, le nostre iniziative. E Dio, ispira, guida, pazienta, tollera, permette… sempre guidando la Storia, e ognuno, incontro al Bene.

Lascia un tuo commento

    accettazione privacy

    Nostri periodici

    Per la preghiera, per la formazione spirituale e per l’Apostolato

    Libreria ONLINE AdP

    Per la preghiera, per la formazione spirituale e per l’Apostolato