8 mag. ’21

+ Dal Vangelo secondo Giovanni (15,18-21)

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Se il mondo vi odia, sappiate che prima di voi ha odiato me. Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; poiché invece non siete del mondo, ma vi ho scelti io dal mondo, per questo il mondo vi odia. Ricordatevi della parola che io vi ho detto: “Un servo non è più grande del suo padrone”. Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra. Ma faranno a voi tutto questo a causa del mio nome, perché non conoscono colui che mi ha mandato».

Dio ama. Il mondo odia. Non è una banale semplificazione: è una tremenda e terribile, contrapposta, verità. Riceviamo Amore, ma non sempre sappiamo propagarlo, restituirlo, per mille ragioni e paure! Non è necessariamente (sempre) una ideologia, un programma studiato a tavolino… è un dato di fatto, principio di realtà. È proprio, e soltanto, dall’Amore che possiamo attingere forza per opporci a ciò e a chi si oppone all’Amore, con odio, persecuzione e quant’altro. La Vita di Gesù è paradigma ispiratore per ognuno di noi – secondo la misura di Grazia ricevuta –, perché “sia amato l’Amore”!

Lascia un tuo commento

    accettazione privacy

    Nostri periodici

    Per la preghiera, per la formazione spirituale e per l’Apostolato

    Libreria ONLINE AdP

    Per la preghiera, per la formazione spirituale e per l’Apostolato