Paradiso marzo 24

Pillole di vita spirituale

Amicizia e vita spirituale
di Silvia Paradiso

“Quaggiù non c’è nulla di più santo da desiderare, nulla di più utile da cercare, nulla più difficile da trovare, niente più dolce da provare, niente più fruttuoso da conservare dell’amicizia”. A dirlo è un monaco scozzese, abate cistercense del XII secolo, Aelredo di Rielvaux (L’amicizia spirituale, II 9). Eh sì, perché la vita spirituale ha bisogno di essere sostenuta dall’amicizia. Ne sono stati convinti tantissimi santi, uomini e donne, che hanno compreso come il cammino di santità si fa insieme ad altri, mai da soli, forse perché Gesù stesso ha voluto avere degli amici e, ancor di più, perché la Trinità è mistero di comunione nell’amore.

Lascia un tuo commento

    accettazione privacy

    Nostri periodici

    Per la preghiera, per la formazione spirituale e per l’Apostolato

    Libreria ONLINE AdP

    Per la preghiera, per la formazione spirituale e per l’Apostolato